Florentino Perez sulla Superlega: “Vogliamo salvare il calcio”

Intervenuto in esclusiva ai microfoni di Chiringuito Tv, la mente suprema del progetto Super League, Florentino Perez, ha illustrato le motivazioni che hanno spinto i 12 top club europei ad intraprendere una strada alternativa all’attuale UEFA Champions League.

Il Presidente del Real Madrid, da oggi numero uno anche del management della Super League, si è espresso così a proposito della creazione del nuovo torneo continentale d’élite: “Il calcio deve evolversi, adattarsi al tempo. Il calcio stava perdendo interesse e bisognava inventarsi qualcosa per riavvicinare la gente al mondo del calcio. Il 40% dei giovani fra 16 e 24 anni non nutre interesse per il calcio: questo succede perché ci sono molte partite poco interessanti.

Con la Super League al posto della Champions League – aggiunge Perezriusciremo a coprire le ingenti perdite dovute alla crisi. Abbiamo perso 400 milioni in due anni, vogliamo giocare più partite di alto livello per attrarre nuovi investitori e pareggiare ciò che abbiamo perso. La Super League salverà tutti i club e il calcio.”

Ecco come si potrà accedere alla Super League: “Si potrà accedere a questa competizione, 5 club arriveranno per meriti sportivi: se il Siviglia arriva in posizioni europee, ad esempio, può giocare con noi. Non sarà una Lega chiusa, crediamo nel merito sportivo. Se generiamo queste cifre, lo facciamo anche per salvare il calcio in generale. Vogliamo partire il prima possibile.”

Sul nuovo format della UEFA Champions League, “attivo” a partire dal 2024, questo il pensiero di Florentino Perez: “L’UEFA stava lavorando ad un nuovo format della Champions, ma con tutto il rispetto non era buono per salvare il calcio. Se aspettiamo le loro riforme del 2024, siamo morti. La situazione stava diventando economicamente drammatica. L’UEFA è un monopolio, deve essere più trasparente. Noi vogliamo migliorare il calcio.”

E sul futuro dei calciatori che vi parteciperanno, ha aggiunto: “I calciatori devono stare tranquilli. Potranno giocare in Nazionale, nonostante l’UEFA oggi dica il contrario. Il Real Madrid e gli altri club non verranno cacciate né dalla Champions né dai campionati nazionali. Il futuro dee LaLiga? Basta guardare il basket: si giocano il campionato spagnolo e una competizione molto simile alla Superlega. Serve una Lega che riesca ad intrattenere maggiormente gli appassionati, la Champions è interessante solo a partire dai quarti…”.

Leggi anche:

La Superlega è la morte del calcio

Le dichiarazioni del Presidente UEFA Ceferin sulla Superlega europea

Che cos’è la Superlega Europea di Calcio: Come Funziona e Squadre Partecipanti

Tifosi Atalanta contro la Superlega: “Juve, Inter e Milan fuori per sempre da Serie A e Champions”

Le dichiarazioni del Presidente della FIGC Gravina sulla Superlega europea

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, ama, segue e pratica lo sport più bello del mondo.