Venezia-Pisa: conferenza stampa Dionisi pre partita

Alla vigilia di Venezia-Pisa, partita in programma al “Penzo” alle ore 15.00, ha parlato in conferenza stampa il tecnico dei lagunari, Alessio Dionisi, che ha presentato così la difficile sfida che attende i suoi in occasione della 6a giornata della Serie B 2019-20.

Le dichiarazioni di Alessio Dionisi alla vigilia di Venezia-Pisa

La squadra è cresciuta tantissimo e i risultati aiutano, – ha detto Dionisi – perché arriva una spinta dall’esterno maggiore. Non ci dobbiamo accontentare e avere la pancia piena, siamo solo alla quinta di campionato.

Il Pisa ha cominciato bene il suo campionato, è una squadra che ha un grandissimo entusiasmo maturato l’anno scorso facendo grandissimi risultati nel girone di ritorno e battendo 4-1 la Cremonese, stava battendo 2-0 il Chievo. Se non saremo bravi a ribattere sin da subito prevedo una giornata difficile. Non giochiamo contro Marconi, che ha avuto un inizio di campionato eccezionale, anche D’Angelo ha l’imbarazzo della scelta. Noi non giochiamo sempre per vincere, giochiamo sempre per riconoscerci. Sarà una partita da tripla, dobbiamo fare di tutto per indirizzare la partita nella direzione che vogliamo noi.

Le condizioni del gruppo? Suciu ha fatto il primo allenamento ieri e sta tornando, Marino sta proseguendo il suo recupero, per Pomini ci vorrà un mese e non ci sarà Maleh. Davanti avrò la possibilità di scegliere e anche di sbagliare. Vacca aveva i crampi, non giocava da tanto. A Frosinone pensavo di farlo entrare, – ha aggiunto – ma non c’è stata la possibilità di farlo entrare, poi ha giocato a Chiavari, adesso valuterò se inserirlo subito oppure a partita in corso.

Le espulsioni? Bisogna analizzare caso per caso e non voglio entrare nel merito perché altrimenti bisogna parlare dell’arbitraggio. Qualcosa c’è stato e bisogna stare attenti perché rimanere in dieci non va bene. Vogliamo cambiare marcia anche in casa, dobbiamo ottenere di più davanti ai nostri tifosi.

L’ammonizione incassata a Chiavari? Sensazione strana, ma probabilmente la meritavo. Aramu gioca, ma questo non esclude Capello. L’unico ancora non in condizione è Zigoni. Fare le scelte implica anche riscontri negativi, ma la mia linea è quella che chi merita gioca, non che chi fa bene una partita giocano ancora. Conta quello che vedo in settimana. Mi aspetto molto da lui dopo quello che è successo”.

Leggi anche:

Entella-Venezia 0-2: le dichiarazioni di Dionisi nel post partita

Entella-Venezia 0-2: le dichiarazioni di Bocalon nel post partita

avatar
Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.