Vicenza-Lecce: la conferenza stampa di Di Carlo pre partita (Serie B 2020-21)

Alla vigilia della 34a giornata della Serie B 2020-21, che vedrà di fronte Vicenza e Lecce, mister Mimmo Di Carlo ha presentato in conferenza stampa la sfida in programma al “Menti” sabato 17 aprile marzo alle ore 14.00. Qui di seguito le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Lane.

Le dichiarazioni di Di Carlo alla vigilia di Vicenza-Lecce

Quando accadono sconfitte come quelle contro Ascoli e Reggina le prendo sempre con un motivo di crescita per cercare di migliorare la mentalità e l’approccio. Domani vogliamo riscattare le ultime due brutte prestazioni. L’obiettivo resta la salvezza e va ottenuta con i punti non con le parole. La vittoria con il Cittadella ci aveva fatto pensare ai play-off ma avevo sempre detto di tenere i piedi ben saldi terra perché tutte le partite sono difficili. Il Vicenza deve giocare con le sue armi ma con giusto atteggiamento.

Questa squadra sta facendo qualcosa di straordinario ma è chiaro che bisogna metterci qualcosa in più perché se non diamo il massimo possiamo perdere con chiunque. Ogni squadra ha dei valori e i nostri sono tanti. Bisogna essere equilibrati sia nelle sconfitte che nelle vittorie, la squadra ha dei valori e deve tirarli fuori. Sarà una bella partita, bisogna essere bravi a colpire nel momento giusto. Domani giocheremo per vincere, la nostra mentalità sarà quella.

Formazione? Jallow potrebbe essere della partita così come Gori anche se non ha finalizzato bene nell’ultima gara. Mancini sta crescendo, Longo potrebbe sbloccarsi ed invito tutti i nostri attaccanti a stare tranquilli e non avere negatività. Mi piacerebbe vedere una squadra che lotta. Vandeputte o Giacomelli? Giocherà la squadra, tutti devono farlo alla morte, non è un giocatore che fa la differenza ma il gruppo“.

Foto: Facebook LR Vicenza

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.