Salernitana-Verona: conferenza stampa Grosso pre partita

Alla vigilia di Salernitana-Verona, il tecnico dell’Hellas Fabio Grosso ha presentato in conferenza stampa il delicato match che vedrà i suoi ragazzi impegnati all’ “Arechi” sabato 29 settembre alle ore 15.00, contro una squadra ostica che fa del terreno amico la sua forza principale.

Queste le sue dichiarazioni più significative: “Sono contento di quanto fatto finora, dobbiamo creare le condizioni per ricreare entusiasmo nell’ambiente e abbiamo tutto per farlo. La strada è ancora lunga e dobbiamo dare sempre il massimo. La qualità non basta se non metti insieme tutto quel che hai. L’umiltà e la disponibilità di gara dei giocatori in gara sono aspetti decisivi“.

La Salernitana è un avversario ostico soprattutto in casa e questo Grosso lo sa bene: “La Salernitana è una squadra che ha qualità, ci aggredirà fin dall’inizio e non sarà facile. Vorranno sicuramente fare risultato di fronte al proprio pubblico in una partita così sentita, sarà una partita molto complicata. Loro sono una squadra molto fisica e dovremo farci trovare pronti anche sotto questo aspetto. Solo facendo una grande partita riusciremo a portare a casa il risultato“.

Nell’infrasettimanale di mercoledì il gol vittoria è arrivato da Mattia Zaccagni, il quale si sta riscattando alla grande dopo aver passato l’ultima stagione quasi in toto in infermeria: “Alcuni infortuni hanno rallentato Mattia nel suo processo di crescita in passato, ma ha delle caratteristiche importanti ed ora gli serve continuità. Ora abbiamo ritrovato anche Lee: è un ragazzo che ha ottime qualità e sarà importante da qui alla fine. Matos? In Serie B può essere devastante, ma può crescere ancora molto“.

Leggi anche: 

Precedenti Salernitana-Verona: Statistiche e Curiosità (Serie B 2018-19)

Analisi Verona-Spezia 2-1: vittoria di spirito, i cambi fanno la differenza

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.