Cosa succede se la Salernitana va in Serie A: Lotito cosa farà?

Cosa succede se la Salernitana va in Serie A con Lotito Presidente? È la domanda che tanti tifosi granata e moltissimi appassionati di calcio si stanno ponendo in queste ore, alla vigilia dell’ultima partita della regular season di Serie B. I campani approderanno allo “Stadio Adriatico” di Pescara per affrontare la squadra di Grassadonia, già retrocessa in Lega Pro, e provare ad ottenere la “vittoria promozione”.

Se la Salernitana dovesse centrare il successo in terra abruzzese, otterrebbe la promozione diretta in Serie A, alle spalle della capolista Empoli (promossa con due giornate d’anticipo, ndr) e davanti al Monza del tandem Berlusconi-Galliani. L’articolo 16 bis delle NOIF, però, vieta che una persona possa essere a capo di due club che militano nella medesima serie. Sarebbe il caso di Claudio Lotito, presidente della Lazio e co-patron della Salernitana insieme a Marco Mezzaroma, che avrebbe un mese di tempo per trovare un nuovo acquirente.

Inoltre, le attuali norme non danno a Lotito la possibilità di cedere tutte le quote a Mezzaroma, che è il cognato del numero uno biancoceleste. Il motivo? Perché non è accettata una compartecipazione societaria fino al quarto grado di parentela. L’alternativa, infatti, potrebbe essere rappresentata soltanto da una modifica della norma stessa.

Stando alle ultimissime indiscrezioni che arrivano da Salerno, Lotito e Mezzaroma non avrebbero nessuna intenzione di cedere la società in caso di promozione in Serie A. Il Presidente della Lazio vuole a tutti i costi trovare una soluzione, per non perdere un tale patrimonio. Cosa succederà? Entro un mese la verità.

Del resto, a non far sconti è lo stesso Gabriele Gravina, Presidente della FIGC che si è espresso sull’argomento ai microfoni di Radio Anch’io Sport (Rai Radio Uno): “Noi abbiamo un articolo molto chiaro, che è il 16 bis delle NOIF. Rafforza un principio statutario previsto all’art.7 comma 8: è una regola in linea con quelle UEFA che non consente le partecipazioni in più società a livello professionistico. Il presidente Lotito ha goduto di una deroga avuta anni fa. Tutti sapevano cosa sarebbe successo: grandi auguri alla Salernitana per questo storico traguardo che potrebbe centrare, ma le regole sono le regole. La situazione di controllo non può essere continuata e comporterebbe la non iscrizione al campionato.”

Leggi anche:

Aggredita la figlia di Gianluca Grassadonia prima di Pescara-Salernitana

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, ama, segue e pratica lo sport più bello del mondo.