Vicenza-Cittadella 1-0: le dichiarazioni di Padella e Nalini nel post partita

Nel post partita di Vicenza-Cittadella, il match winner Andrea Nalini ed Emanuele Padella hanno commentato ai microfoni dei canali ufficiali del club biancorosso l’1-0 maturato allo “Stadio Menti” nella serata di oggi, in occasione del primo impegno dopo l’ultima sosta nazionali della stagione sportiva 2020-21.

Le dichiarazioni di Padella e Nalini nel post partita di Vicenza-Cittadella 1-0

Qui di seguito l’analisi di Padella: “È una vittoria importantissima voluta da questo gruppo che sta facendo cose importanti dallo scorso anno. Siamo contenti, è una vittoria che vale doppio contro un Cittadella che si trova ai playoff. Ora siamo lì anche noi, a 4 punti da quella zona, ma ricordiamoci sempre da dove veniamo. Con il lavoro e con la voglia di migliorare e di vincere abbiamo scalato posizioni e abbiamo ottenuto tre punti che ci posso permettere di guardare la classifica in modo diverso.

Esultato per le chiusure? Questo sono io, mi piace di più fare una chiusura difensiva, rispetto ad una rete. Quando si vince 1-0 significa che la squadra e la difesa ha lavorato in maniera perfetta. Avevamo di fronte un Cittadella che è bravo in fase offensiva, ma noi volevamo ottenere una vittoria importante per noi e per la società, tutti insieme possiamo sognare ma dobbiamo comunque volare bassi, con umiltà e lavoro, solo così potremo arrivare lontano.

Valentini? Ad Ascoli abbiamo disputato tante battaglie, ora le stiamo facendo qui. Ci conosciamo bene, stiamo facendo bene, insieme abbiamo ottenuto 2 vittorie e un pareggio, con lui mi trovo bene come con tutti gli altri. Oggi abbiamo fatto una buona prova, tenendo la squadra alta. I crampi? Avevo crampi ovunque ma anche alla gola, io urlo sempre ed ora che non c’è il pubblico si sente anche di più. Ma la mia squadra ha vinto e sono davvero contento.

Ascoli? Vado a casa, visto che andrò lì a vivere. Ma andremo lì per continuare ad alimentare il nostro sogno, una rincorsa così ci dà una spinta in più. Conosco bene l’ambiente, in questi casi loro sanno ricompattarsi nelle difficoltà, quindi dovremo andare lì agguerriti per cercare di portare a casa ancora punti.”

Nalini, autore del gol vittoria, ha poi proseguito: “È da un po’ che credo e ci lavoro per arrivare al gol, mi mancava la finalizzazione. Lo dedico a tutta la squadra, alla mia fidanzata e al mio bimbo e a tutti quelli che ci stanno vicino. Mi sento parte di questo gruppo e devo tanto ai miei compagni.

Goal arrivato da uno schema? Sì, abbiamo provato uno schema in settimana, poi io ci ho creduto sulla torre di Valentini e l’ho girata in porta, l’importante è che sia entrata. Il cuore nell’esultanza? Ho abbracciato tutti miei compagni, siamo una squadra e devo tutto a loro se ho segnato, questa dedica in particolare era per la mia ragazza che crede sempre in me. Come sto? Mi sento bene, incrociamo le dita e spero di fare un bel finale di campionato soprattutto per il Vicenza perché merita tantissimo come società e merita anche altri palcoscenici.”

(Fonte Foto: Biancorossi.net)

Leggi anche:

Vicenza Calcio, ufficiale il rinnovo di Riccardo Meggiorini: il comunicato

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, ama, segue e pratica lo sport più bello del mondo.