Serie C, Ghirelli: “Inchiesta Procura di Roma? Partite monitorate da SportRadar”

SERIE C – Attraverso una dichiarazione ufficiale affidata al portale della Lega Pro, il Presidente Francesco Ghirelli ha voluto chiarire la propria posizione in merito all’apertura dell’inchiesta da parte della Procura di Roma, ribadendo quanto sta facendo da anni la Lega Pro per evitare tentativi di combine.

Aperto un fascicolo in relazione ad una partita di Serie C risalente allo scorso gennaio. Nel mirino, stando alle indiscrezioni riportate dal quotidiano La Repubblica, l’arbitro di quella gara, dal cartellino e dai rigori facili:Tutte le partite sono monitorate attraverso SportRadar – ha detto il numero uno della Lega Pro – rendendo così più difficile l’azione di chi volesse manipolare un risultato di una partita di Lega Pro. In merito all’inchiesta della Procura della Repubblica di Roma siamo rispettosi degli atti in corso e quindi ci asteniamo da ogni commento. Sarà compito della Procura Federale, ove ne ravvisasse la necessità di agire.

Per quanto riguarda la Serie C, – aggiunge Ghirelli – dopo aver dotato gli arbitri e gli assistenti degli auricolari per consentire di utilizzare la tecnologia disponibile per migliorarne la prestazione, ha deciso dal campionato 2020-2021 di dotarsi del contributo del “quarto uomo” nella conduzione delle partite di calcio”.

Leggi anche:

Serie C 2020-21, ufficiale la data d’inizio della stagione: il comunicato

Lega Pro, Ghirelli: “La Serie B a 40 squadre sarebbe un disastro”

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, è anche speaker di Radio Punto Nuovo da agosto 2021.