Sassuolo-Fiorentina 1-2: le dichiarazioni di Montella nel post partita

Nonostante le tante assenze, la Fiorentina ribalta l’iniziale svantaggio e batte 1-2 il Sassuolo di De Zerbi, portando a casa tre punti importantissimi per la sua classifica. Nel post partita, ha parlato ai microfoni di Sky Sport mister Vincenzo Montella (oggi squalificato e in tribuna), che ha analizzato così la vittoria conquistata al Mapei Stadium di Reggio Emilia.

Le dichiarazioni di Montella nel post partita di Sassuolo-Fiorentina 1-2

“Questa squadra sta dando risposte importanti sul piano temperamentale. Oggi era importante questo, che la squadra avesse entusiasmo al di là di tutto. Credo che oggi sia arrivata una vittoria, alla lunga, meritata, la squadra è scesa in campo bene, con l’atteggiamento giusto e ha chiuso anche bene dal punto di vista fisico, nonostante i 5 giorni di riposo che il Sassuolo aveva rispetto a noi.

I tifosi? Nonostante l’ultima sconfitta interna, ci sono stati vicini e oggi erano tantissimi. Questo entusiasmo non va disperso. Prima di arrivare ai miei giocatori, oggi sono particolarmente contento e soddisfatto per il presidente Commisso, perché ci teneva tanto e in questi ultimi giorni ha sofferto tanto. Ogni volta che viene qui succede qualcosa di particolare, anche per situazioni extra-campo, quindi ci tenevo davvero tanto.

Castrovilli? Gaetano è un giocatore su cui abbiamo puntato tanto dall’inizio. È un ragazzo umile, ha risposto bene. Non è facile avere un impatto così in Serie A quando non sei abituato, perché puoi perdere un po’ di equilibrio. Ho azzardato certi paragoni perché conosco il ragazzo e so come avrebbe reagito. È uno che ha sofferto e quando uno soffre per certe cose, poi sopporta anche pressioni del genere.

Fa piacere che oggi abbiano fatto bene anche ragazzi che avevano giocato meno, come Benassi e Boateng, che ha fatto sentire la sua presenza. Oltre a loro, anche Vlahovic ha messo minuti, sono veramente contento. Ribery? Sono rimasto sorpreso che sia venuto oggi, non me l’aspettavo. Un gesto da grande campione, mi ha consigliato anche i cambi da fare, lo ascolterò anche quando giocherà…(scherza, ndr)”.

Leggi anche:

Commisso canta e suona l’inno della Fiorentina con la fisarmonica (Video)

avatar
Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.