GP di Imola 2022: la Conferenza Stampa dei Piloti

La Formula 1 ritorna in Europa per la prima volta quest’anno con il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna.

Il pubblico italiano è già in visibilio, sperando in un’ulteriore vittoria della rossa, che ha iniziato l’anno nel migliore dei modi con Charles Leclerc che è riuscito a piazzarsi primo nella classifica piloti a 71 punti, 34 in più rispetto a George Russell – secondo con la sua Mercedes.

Non solo il pubblico; anche i piloti sembrano essere pronti a questa nuova sfida e alla prima Sprint Race dell’anno, con tutte le sue modifiche.

CONFERENZA STAMPA PILOTI: LE DICHIARAZIONI

Il primo a parlare è Carlos Sainz, fresco di novità: è di ieri, infatti, la notizia che lo spagnolo classe ’94 resterà in Ferrari fino al 2024. “Sono molto contento come potete immaginare, il fatto che abbia firmato un nuovo contratto con il team dei miei sogni da ragazzino credo che sia una situazione perfetta per me non vedo l’ora di guardare al futuro. Credo che parte della bellezza fosse anche annunciare il prolungamento del contratto qui a Imola”. 

Carlos si è espresso anche sul ritorno del pubblico al 100% per la prima volta dalla dichiarazione dello stato di emergenza di due anni fa: “Gli spalti saranno pieni. Credo sia uno scenario perfetto per mettere insieme un weekend positivo”.

La parola passa, poi, a Charles Leclerc: “Sono molto contento chiaramente perché Carlos sa essere un bravo pilota e un bravo ragazzo, in più vogliamo le stesse cose dalla nostra macchina ed è un vantaggio per entrambi i piloti avere una visione a lungo termine all’interno del team”.

Sulla Sprint Race: “A me il venerdì di Sprint piace tanto perché di solito quello normale è un po’ noioso, mentre per il sabato penso si possa fare qualcosa di meglio, magari una gara indipendente da quella della domenica, con più rischi e più azione”.

Non è dello stesso avviso, però, il campione del mondo in carica Max Verstappen: “Personalmente non sono un fan della Sprint ma la situazione è questa. Penso fosse meglio prima, mentre ora è più che altro una questione di attività con i media e conferenze stampe. Le ore di impegno sono di più rispetto a quelle normali e facendo più gare sarebbe meglio avere un weekend più corto”

Una Imola che ha accolto piloti, team e tifosi con la pioggia.

“Non so cosa sia successo perché di solito in Italia si dice ci sia il sole” – ammette Max Verstappen – “Oggi piove e non ho mai guidato sul bagnato con questa macchina quindi sarà curioso vedere cosa accadrà durante le qualifiche”. 

“Ovviamente oggi abbiamo condizioni variabili e quindi sarà una sfida notevole” – afferma Valtteri Bottas, mentre per George Russell questa è la giusta occasione per “sfruttare al meglio le condizioni di questo weekend”.

Pierre Gasly“L’energia è molto alta nel paddock e tutti all’interno del team sono entusiasti. È passato un po’ da quando abbiamo guidato in queste condizioni e anche questo mi entusiasma. La pista è impegnativa a livello tecnico, ma a me è sempre piaciuto guidare qui. Spero di poter fare un altro bel weekend. Credo che la approcceremo come gara normale, ovviamente quest’anno sarà più importante rispetto all’anno scorso in cui era una gara solo tra Mercedes e Red Bull”.

“Sapere che ci saranno dei Tifosi, rispetto agli ultimi anni, non vedo l’ora di rivederli sugli spalti, è sempre speciale venire qui a gareggiare”. – Così Sebastian Vettel“Sappiamo che ci saranno degli aggiornamenti sulla macchina, l’inizio non è stato dei migliori. Credo sia necessario trovare una soluzione migliore per la gestione del weekend di Sprint”

Kevin Magnussen sulla sua prima Sprint Race: “Abbiamo una buona macchina e sono sicuro lo dimostreremo anche qui. L’approccio alla Sprint Race è piuttosto simile a quello di un weekend normale. C’è sicuramente un pochino più di pressione, ma questo weekend ci sarà la pista bagnata quindi dovremo trovare un buon ritmo. Per me questo tipo di weekend va bene, la cosa difficile è solo dover rispondere alle stesse domande più volte al giorno”.

“Abbiamo avuto alcuni alti e bassi” – così Guanyu Zhou “anche per me come Kevin sarà il mio primo weekend diverso dagli altri, prima Sprint, prima pista bagnata, ma stiamo lavorando molto con il team”.

“Il punto in Australia è stato speciale, una delle mie gare migliori a livello personale” – Alex Albon, in riferimento all’ultimo GP a Melbourne “ha funzionato quello che abbiamo fatto e va riconosciuto ogni merito al team, correre dei rischi che nessuno avrebbe corso. Bisogna mantenere questo tipo di mentalità nel futuro. Ora vorremmo parlare con gli ingegneri per prepararci a un weekend impegnativo e invece abbiamo dei doveri da compiere per quanto riguarda il formato di questo fine settimana”.

Daniel Ricciardo sul suo ritorno in Australia: “È stata un’atmosfera fantastica a Melbourne e la macchina andava piuttosto bene. Mi piacerebbe riprovare la sensazione di salire sul podio qui a Imola, è stato un momento piuttosto memorabile anche per Lewis che ha provato il suo primo shoey”.

“Mi ha segnato per la vita, me lo porto ancora dentro il fatto di aver ingerito così tanti germi”Lewis Hamilton“Questa è una gara fantastica con una grandissima storia. La strada è ancora molto lunga, abbiamo visto già ad esempio l’anno scorso quanto può succedere in una singola stagione. C’è ancora tempo per sistemare la macchina ed estrarne il massimo potenziale. So cosa sta cercando di raggiungere il team. Spero, ogni volta che salgo in macchina, che proveremo delle sensazioni migliori”. 

Sui rumors riguardo l’acquisto del Chelsea “Sono un tifoso di calcio da quando ero bambino, ci ho anche giocato per tutta l’infanzia. A 5/6 anni diventai tifoso dell’Arsenal, ma sono un tifoso del calcio. Questa sarebbe una delle opportunità più grandiose e sto cercando di coglierla”.

“È stato un buon inizio di stagione, andare a punti su tre gare è qualcosa di davvero positivo. Starà a noi continuare a mettere insieme tutto e stiamo spingendo sulla strada degli sviluppi per cercare di portare dei nuovi pezzi il prima possibile perché non siamo tanto lontani dai primi posti, rendendo lo spettacolo più bello per tutti”Esteban Ocon “Solo Fernando avrà un nuovo fondo per questo weekend”.

Mick Schumacher: “Non abbiamo fatto ancora tanti weekend con le Sprint e lo scorso anno avevamo una macchina che dava dei problemi. Con una monoposto migliore vediamo come andrà. Bisognerà cercare di guidare quanto più veloce possibile”.

“Questa è una gran pista ed è un circuito dove sono sempre felice di venire, con queste condizioni meteo sarà anche più interessante. Conosciamo i nostri limiti e su questo dobbiamo lavorare”Lance Stroll.

Nicholas Latifi: “È stato un inizio di stagione davvero difficile per me, non riesco a trovare la sensazione di fiducia che mi permette di spingere al massimo la monoposto. La macchina manca di passo, ma ci sta volendo più tempo di quel che pensavo.” Sulla Sprint: “Tutti stiamo ancora imparando la macchina, è ancora presto. A me piacevano questi weekend, ma soprattutto in questo non ci sarà tanto tempo per guidare, soprattutto nelle Prove Libere, visto anche il meteo”. 

“Grandi ricordi qui a Imola, anche se i ricordi più belli non sono su una Ferrari, ero il nemico in quelle gare, ma comunque un bel circuito per questo sport, molte cose sono accadute in questo sport. Credo sarà un weekend interessante soprattutto per la pioggia e con questo formato della Sprint abbiamo soltanto una sessione per settare la macchina. Chiaramente c’è un aggiornamento al fondo della mia macchina questo weekend, ma sarà impossibile testarlo molto, quindi lo affronteremo un po’ alla cieca”.Fernando Alonso

Lando Norris: “Stiamo cercando di migliorare. Sapevamo dalla prima gara quanto tempo e impegno ci sarebbe voluto per progredire. Chiaramente non puoi fare tantissimo nei primi weekend se non porti aggiornamenti grandi e i nostri sono abbastanza piccoli. Ci vorrà ancora tanto lavoro. Solo in pochi hanno guidato in condizioni di bagnato a Barcellona, quindi sarà un po’ dura per gli altri che dovranno mettersi al passo con queste macchine. È una bella sfida. Mi piace moltissimo guidare qui in Italia, anche con i kart tante corse sono qui. Non la chiamerei una casa lontano da casa, ma ci sono tanti fan ed è bello tornare qui”.

Non la pensa allo stesso modo Yuki Tsunoda, colui che di casa in Italia lo è veramente: “Siamo a pochi chilometri da qui, è diverso. Mentalmente stiamo affrontando dei problemi, ma speriamo possano essere risolti presto. Non sono molto preoccupato sull’affidabilità, ma voglio concentrarmi sulle prestazioni. Spero che i cambiamenti che porteremo qui siano buoni. Sarà la prima volta che avremo il formato della Sprint e sono pronto”.

Sergio Perez: “Sarà un weekend molto particolare con la Sprint e le condizioni di bagnato, sarà molto più dura per tutti noi. Noi e Ferrari siamo molto vicini, abbiamo avuto grandi problemi di degrado e siamo riusciti a capire quale fosse il problema. In qualifica vedremo cosa riusciremo a fare. Con il progredire della stagione sono sicuro che i team si avvicineranno ancora di più”.