Fiorentina-Benevento 0-1: le dichiarazioni di Prandelli nel post partita

Esordio amaro per Cesare Prandelli sulla panchina della Fiorentina, all’indomani della sosta Nazionali. Il Benevento si impone al “Franchi” grazie al gol partita di Riccardo Improta. Nel dopo gara, il tecnico viola ha analizzato così la sconfitta maturata nella giornata odierna, ai microfoni di DAZN.

Le dichiarazioni di Prandelli nel post partita di Fiorentina-Benevento 0-1

“La squadra ha potenzialità, ma è molto fragile a livello mentale, e la fragilità non è vissuta come gruppo ma ognuno a modo suo. Non siamo stati squadra. Se le cose funzionano diventano tutti giocatori di grande sicurezza, ma adesso i movimenti sono prevedibili, nessuno vuole la palla. Dovrò lavorare tanto per far migliorare i giocatori che ho. Di mercato non parlo. Dovevamo andare a cercare spesso gli esterni per aprire gli spazi, invece abbiamo preso tanti contropiedi. Ripeto, non è un problema di modulo.

Vlahovic? Il primo controllo diventa determinante in questi casi. Castrovilli doveva farsi trovare tra le linee, ma siamo stati lenti nel risalire con la palla. I ragazzi forse hanno sentito anche i carichi di lavoro, ma io voglio intensità, c’è da lavorare.

La personalità? Diventa importante quando la squadra ha un’idea di gioco. Non voglio trovare scusanti, ma l’avevamo preparata con Bonaventura e poi abbiamo perso Ribery, unico giocatore che può dare qualcosa in più.”

Leggi anche:

Fiorentina, Frey: “Un fallimento sei i viola non vanno in Europa”

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.