Federico Chiesa al Corriere dello Sport: “60 milioni per me? Esagerati”

Umile, come sempre. Ragazzo con la testa sulle spalle che pensa prima al campo e poi a tutto il resto. È il talento della Fiorentina, Federico Chiesa, che ha rilasciato un’intervista al Corriere dello Sport quest’oggi.

Queste le sue parole: “”Se valgo 60 milioni? Io penso solo di dover dimostrare sempre il mio valore, anche se questi numeri mi paiono un po’ esagerati. La mia unica priorità è far vedere, domenica dopo domenica, chi è Federico Chiesa. Ora la mia testa è al Cagliari. Io ora sono felice qui alla Fiorentina. E ripeto, penso solo alla prossima gara”.

Sulle parole di Gian Piero Gasperini, che hanno scatenato polemiche dopo Fiorentina-Atalanta: “Devo pensare al campo, a giocare. Ha già parlato a sufficienza la mia società, per me è acqua passata. A Firenze abbiamo la spinta della nostra gente. Per noi i tifosi sono davvero il dodicesimo uomo in campo, non è la solita frase fatta. In trasferta ci è mancata la furbizia mista all’esperienza ma siamo fiduciosi. Stiamo lavorando tanto”.

E infine emozionante il ricordo di Davide Astori: “Per noi era il Capitano, uno da 110 e lode in campo e fuori. Legava tutto lo spogliatoio. Quando arrivò Hugo in ritiro, nonostante non parlasse una parola di italiano era lui, a gesti, a fargli capire cosa chiedeva l’allenatore, così come con i francesi. Ogni volta che arrivava qualcuno scriveva nella chat whatsapp “Benvenuto”. Quando entrai per la prima volta al Centro Sportivo ad aspettarmi c’erano lui e Bernardeschi. A tavola ho sempre avuto il posto accanto a lui e quel posto è rimasto il suo. Davide è sempre con noi”.

Leggi anche:

Calendario Fiorentina, il programma completo fino alla sosta di novembre

No comments yet! You be the first to comment.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!