Le precauzioni delle squadre di Serie A contro il Coronavirus

Le precauzioni delle squadre di Serie A contro il Coronavirus – di seguito tutte le soluzioni adottate delle venti squadre di Serie A.

ATALANTA

Nel centro sportivo di Zingonia si possono allenare solamente gli uomini di Gasperini e la formazione Primavera. Chiusa la sede e vietata qualsiasi attività di promozione e di incontro con la stampa. Lo staff sarà ridotto al minimo indispensabile per la trasferta di Champions League a Valencia.

BOLOGNA

Attenzione amcora più rafforzata per i felsinei viste la delicata situazione di salute di Sinisa Mihajlovic. spogliatoio a parte e sanificato per il tecnico, anche se questo avveniva già prima dell’avvento del Coronavirus. I dipendenti della sede lavorano da casa.

BRESCIA

Completamente sanificato il centro sportivo di Torbole. Gli allenamenti, come in ogni altra parte d’italia sono ovviamente a porte chiuse. L’attività di tutto il Settore Giovanile, Primavera esclusa, è stata sospesa fin dal 24 febbraio.

CAGLIARI

Ridotti ai minimi termini i contatti con il pubblico. Nel centro sportivo non possono entrare nemmeno i genitori che accompagnano i ragazzi del vivaio del club sardo. Ammessi solamente i calciatori e esclusivamente per il tempo necessario ad allenarsi.

FIORENTINA

Il dottor Pengue, medico sociale della squadra gigliata, ha fatto opera di sensibilizzazione per i giocatori una ventina di giorni fa spiegando i comportamenti da tenere per evitare i rischi legati al Coronavirus.

HELLAS VERONA

La squadra di Juric passa più tempo possibile nel centro di allenamento di Peschiera. La società ha chiesto ai calciatori di rimanere il più possibile in famiglia evitando ristoranti e luoghi pubblici.

INTER

Da diversi giorni sono stati installati distributori di gel disinfettante all’interno del centro sportivo. Da almeno quiondici giorni, i dipendenti presso la sede sociale hanno inoltre la possibilità di lavorare da casa .

JUVENTUS

Sospese fino al 3 aprile le visite allo Juventus Stadium, si può invece accedere al museo e agli Juventus Store. Tutte le sedi della Juventus, i pullman delle diverse squadre e ogni divisa e materiale tecnico utilizzato dai giocatori è stato sanificato con tintorie industriali.

LAZIO

Chiuso il centro sportivo di Formello a tutti i non tesserati della Lazio. Per quanto riguarda i calciatori e stata intituita una stretta applicazione delle 21 norme emese dalla Serie A.

LECCE

Attuazione del protocollo generale, senza particolari norme restrittive dato che Lecce al momento non si trova in una zona a rischio. Sospese tutte le attività delle formazioni giovanili, dalla squadra Berretti ai Pulcini, per una settimana.

MILAN

Annullati a Milanello gli incontri con sponsor, le interviste e naturamente gli allenamenti davanti al pubblico. smart working in sede con una rotazione personale per ridurre al minimo le interazioni personali.

NAPOLI

Massima attenzio a Castelvolturno per quanto riguarda la condivisione degli spazi comuni e le norme igieniche. Molto limitati i contatti con i tifosi in conformità con le direttive governative.

PARMA

Il Parma ha chiesto ai propri calciatori di condurre una vita morigerata per quanto riguarda uscite e frequentazioni. In caso di familiari con problemi a casa, i giocatori potranno dormire in foresteria a Collecchio.

ROMA

Nessuna regola particolare rispetto a quelle dettate dalla Lega di Serie A. Chiesta comunque grande attenzione per l’igienizzazione degli ambienti e il contatto con i tifosi .

SAMPDORIA

A Bogliasco entrano solamente persone facenti parte parte dello staff di Ranieri. I calciatori hanno tutti borracce personalizzate.

SASSUOLO

Allenamenti senza tifosi da diversi giorni, come nel resto d’Italia il club neroverde di attiene alle 21 norme del vademecum.

SPAL

La SPAL , tramite comunicato ufficiale, ha reso noto che dal 6 marzo non sarà più possibile incontrare per foto e autografi i giocatori e lo staff tecnico della prima squadra al termine di allenamenti e partite all’esterno del centro sportivo o dello stadio.

TORINO

Al Filadelfia si allena solamente la squadra di Longo e non più le giovanili. Sono stati inoltre annullati tutti gli incontri con i tifosi e la stampa.

UDINESE

Distributori di gel disinfettante sempre presenti al centro di allenamento e allo stadio per giocatori e staff che sono sempre tenuti sotto controllo.

Leggi anche: 

Coronavirus-Serie A: cosa succede se un giocatore o un membro dello staff viene contagiato? 

Come Arrigo Sacchi amo il calcio, e lo sport in generale, perché è la cosa più importante delle cose meno importanti, e come Maurizio Mosca cerco di spargere allegria tra la gente.