Il Manchester City si è ritirato dalla Superlega: è Ufficiale

SUPERLEGA – Aggiornamenti importanti sui 12 club fondatori della European Premier League: Chelsea e Manchester City avrebbe deciso di lasciare la SuperLega. A riportarlo è Martin Lipton del The Sun, tramite sul suo profilo Twitter. Le due società della Premier League starebbero già preparando la documentazione per recedere dall’accordo.

Sia Blues che Citizens, dunque, sarebbero pronti a “sfilarsi” dal progetto Super League, riducendo immediatamente a 10 il numero dei membri della nuova competizione d’élite. In tarda serata, fanno sapere i media inglesi, i club della Super League dovrebbero riunirsi nuovamente: possibile la cancellazione immediata del torneo, a causa delle polemiche scatenate dai tifosi e dal tandem UEFA-FIFA.

In ultimo, secondo il Telegraph, anche Arsenal e Manchester United avrebbero manifestato la volontà di rinunciare alla partecipazione della Super League.

Stando a quanto riporta l’ultima ora di Gazzetta.it, Barcellona ed Atletico Madrid potrebbero fare un passo indietro, al pari delle inglesi sopracitate. Convocata alle ore 23.30 una riunione straordinaria per decidere il futuro della Super League. Possibile lo scioglimento, a meno di 48 ore dall’annuncio della creazione ufficiale.

AGGIORNAMENTOUfficiale: il Manchester City si è ritirato dalla European Super League. Ceferin: “Sono felice di dare il bentornato al Manchester City nella famiglia del calcio europeo. Hanno dimostrato grande intelligenza. Il City è una vera risorsa per il gioco e sono felice di lavorare con loro per un futuro migliore”.

Leggi anche:

Diego Falcinelli a YTalk: “Superlega oscena. Vi dico tutto sulla mia esperienza alla Stella Rossa” (Video)

Infantino sulla SuperLega: “La condanniamo fortemente, è un qualcosa di chiuso”

Come sarebbero le Nazionali a Euro 2020 senza i giocatori dei club di Superlega

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, ama, segue e pratica lo sport più bello del mondo.