Antonio Palumbo al Corriere dello Sport: “La Ternana non è ancora in Serie B”

TERNANA – Non può che essere positivo il primo bilancio stagionale delle Fere, al comando del Girone C di Serie C dopo le 17 giornate della regular season finora disputate. Nel corso di un’intervista concessa al Corriere dello Sport, il centrocampista Antonio Palumbo ha detto la sua sulle prestazioni offerte dalla Ternana di Cristiano Lucarelli, senza dimenticare le insidie che nasconde il girone di ritorno.

“Siamo fortemente uniti in campo e fuori, – ha dichiarato Palumbo c’è unità d’intenti e voglia di essere protagonisti senza risparmiarsi. Già promossi? Sarebbe da pazzi soltanto pensare di essere già in un’altra categoria. Ci sono squadre forti come Bari, Teramo, Avellino, Catanzaro e Catania. I giochi sono ancora aperti.

Stando ai risultati – ha aggiunto – siamo la squadra più in forma di questa prima parte. Ma siamo in un girone altamente competitivo. Bari unica contendente al primo posto? Per il momento sembra così, ma non mi fido delle altre.

Covid e mercato? Dobbiamo tenere alta la guardia, perché siamo stati al riparo dal Covid finora, ma tutto può succedere. Per il resto, non mi aspetto grandi cose dal mercato, soprattutto fra le prime in classifica, che hanno già giocatori importanti.

Il girone di ritorno? Lo vedo più complicato perché i punti pesano di più. Staranno tutti più attenti contro di noi, dovremo essere bravi a sbloccare le partite prima possibile.

Terza esperienza a Terni? Sono cresciuto in questo ambiente, avevo 14 anni quando sono arrivato e ho fatto un percorso lungo che mi ha fatto crescere come persona. Mi sono legato alla città e al popolo ternano. Molte persone mi vedono più come amico, a dirla tutta proprio un amico mi sento, più che un loro beniamino”.

(Fonte Foto: Ternana Calcio)

Leggi anche:

Calciomercato Ternana, nel mirino Davide Marsura del Livorno

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.