Zone Gialle in Italia dal 26 aprile: novità su aperture palestre, piscine e sport amatoriale

Novità importanti per quanto riguarda le prossime riaperture delle strutture sportive e la ripresa degli sport di contatto all’aperto, tra cui il tanto amato calcetto amatoriale. Nella conferenza stampa odierna, il Premier Mario Draghi, insieme al Ministro della Salute Roberto Speranza, hanno illustrato il nuovo approccio del Governo in vista della ripresa delle attività nelle regioni inserite in zona gialla.

Calcetto e Sport Amatoriale nelle Zone Gialle dal 26 aprile

“La prima data chiave è il 26 aprile, – ha affermato Draghiquando ripristiniamo le zone gialle, investendo sugli spazi aperti. Poi c’è una road map che ci accompagnerà e che monitoreremo passo dopo passo. Queste decisioni sono state prese sulla base di dati scientifici che dimostrano che la probabilità del contagio è bassa all’aperto.”

Dal 15 maggio riapriranno le piscine all’aperto, mentre dall’1 giugno le varie attività connesse alle palestre.

“I pericoli all’aperto sono minimi, – riporta La Gazzetta dello Sport – per uno studio irlandese sulle infezioni nel Paese un solo contagio su mille si sarebbe verificato all’aperto. Tutto questo ha portato a ridimensionare la preoccupazione per le discipline di contatto, anche il tanto temuto calcetto. A restare penalizzate sono invece le attività al chiuso, circostanza che ha portato a una particolare cautela per le palestre. Un po’ il contrario di quanto accaduto a ottobre quando erano stati prima vietati gli sport di contatto (il giorno 12) e solo dopo piscine e palestre (il 25)”.

Nelle zone gialle, a partire dal 26 aprile, dovrebbero ripartire così calcio a 5 e tutti gli sport amatoriali. Da capire se saranno posti vincoli in merito agli sport di contatto e agli allenamenti (individuali o collettivi, ndr).

Leggi anche:

Daniele De Rossi dimesso dall’Ospedale Spallanzani: le sue condizioni

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, ama, segue e pratica lo sport più bello del mondo.