Venezia-Frosinone: la conferenza stampa di Zanetti pre partita (Coppa Italia 2021-22)

A poco più di ventiquattr’ore dall’esordio in gare ufficiali del Venezia nei trentaduesimi di Coppa Italia contro il Frosinone, il tecnico arancioneroverde Paolo Zanetti è intervenuto in conferenza stampa per parlare del primo impegno ufficiale del Venezia al “Paolo Mazza” di Ferrara (vista l’indisponibilità del “Penzo”). Qui di seguito le dichiarazioni rilasciate dal tecnico lagunare in sede di presentazione del match.

Le dichiarazioni di Paolo Zanetti in vista di Venezia-Frosinone

Abbiamo bisogno di sentire questa sensazione e questa pressione. In Olanda abbiamo giocato con lo spirito giusto contro squadre di un certo livello. Passare il turno dev’essere un nostro obiettivo, vogliamo fare bella figura. Il caldo influenzerà sicuramente la partita, dobbiamo abituarci a queste condizioni. Nuovi acquisti? Caldara Si è presentato benissimo, è uno di quei giocatori che ci può far fare il salto di qualità. Okereke è altrettanto a posto, lo vedo come un jolly d’attacco, può giocare da seconda punta, esterno o centravanti. Sigurdsson invece è reduce da uno stiramento del collaterale negli ultimi due mesi della passata stagione, adesso sta bene. E’ abile per la partita, ha bisogno un po’ più di tempo, ha giocate importanti ed è un profilo di ottimo livello. Okereke non c’è invece per questioni burocratiche.

La questione maglie? E’ lontana dalla questione tecnica, ma noi abbiamo bisogno dei nostri tifosi e spero che questo non si ripercuota a livello di sostegno. Quello che si è creato non va assolutamente disperso perché avvertiamo un legame fortissimo con i tifosi. Posso promettere una maglia sudata, i nostri tifosi saranno sicuramente pronti a starci vicini. Frosinone? Fra noi e loro in questo momento c’è solo la categoria. Fino a due mesi fa eravamo lì a combattere con loro e l’anno scorso ci ha messo molto in difficoltà. Il Frosinone si è rinforzato e ha un ottimo allenatore. Siamo una squadra di Serie A affrontiamo una squadra di B con organico e individualità. Voglio vedere passi avanti al di là dell’avversario. Ebuhei l’ho visto in crescita, ora lo conosco un po’ meglio, ogni ragazzo ha le sue sfaccettature e il suo carattere, da una settimana a questa parte l’ho visto sulla rampa di lancio e in grossa crescita. Dobbiamo mettere in pratica la nostra cultura“.

Foto: Venezia FC