Venezia-Entella: la conferenza stampa di Paolo Zanetti pre partita (Serie B 2020-21)

Tutto pronto per la 24a giornata della Serie B 2020-21, il cui programma prevede il match del “Penzo” disabato 20 febbraio (ore 14.00) tra Venezia e Virtus Entella, presentata quest’oggi in conferenza stampa da mister Paolo Zanetti. Qui di seguito le dichiarazioni rilasciate dal tecnico arancioneroverde a 24 ore dal calcio d’inizio del match.

Le dichiarazioni di Paolo Zanetti alla vigilia di Venezia-Entella

Queste le parole di mister Zanetti alla vigilia: “Recuperiamo Bjarkason, Ferrarini e Rossi. Porto anche una brutta notizia, perché perdiamo Crnigoj che ha avuto un problema muscolare. Starà fuori tre-quattro settimane. Da questo punto di vista non siamo fortunatissimi. Spero e penso di recuperare Forte, che non è ancora al 100%. Il problema della fascite plantare che ha lamentato dovrebbe essere superato.

Che partita mi aspetto? Sarà una gara molto complicata. Vengono da quattro sconfitte consecutive e cercheranno di fare risultato a tutti i costi. Stimo molto Vivarini e la squadra ha cambiato pelle dal suo arrivo. Hanno raccolto meno di quello che hanno dimostrato con le prestazioni. Per noi c’è un’opportunità di dare continuità di risultati e di avvicinarci ad archiviare la pratica salvezza. Servirà grande fame e aggressività, stiamo facendo tanto bene ultimamente e dobbiamo continuare su questa strada.

Dezi titolare? Potrebbe essere un’opzione, ma in ogni caso il suo momento non dovrebbe essere lontano. Ci saranno tante partite ravvicinate e servirà il contributo di tutti. Non mi aspettavo sinceramente che saremmo arrivati così in alto. Dovevamo creare un certo tipo di mentalità e di filosofia. Abbiamo lavorato sperando di arrivare a questo. Più di qualcuno comincia a credere di fare qualcosa d’importante. Per arrivare a parlare di certi obiettivi parlo di salvezza perché è un passo fondamentale per arrivare allo step successivo”.

(Foto: Facebook Venezia FC)

Leggi anche: 

Venezia-Entella: Pronostico e Formazioni (Serie B 2020-21)

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.