Venezia Calcio, le dichiarazioni del DS Collauto e del DG Poggi (10 novembre 2020)

VENEZIA CALCIO – A due giorni dalla sorprendente sconfitta incassata a Reggio Emilia, in casa arancioneroverde è tempo di riflessioni: intervistati da alcuni organi di stampa veneta, il DS Mattia Collauto e il DG Paolo Poggi hanno tracciato un primo bilancio della stagione dei lagunari, senza dimenticare il passo falso contro la Reggiana.

Queste le parole di Collauto ai microfoni de “La Nuova Venezia”: “La partita di Reggio ci lascia dei rimpianti. La squadra non ha preso sotto gamba la Reggiana, sapevamo che avremmo affrontare una squadra determinata, nonostante le ultime settimane critiche a causa del Covid. L’atteggiamento è stato giusto, ma non siamo stati bravi a leggere esattamente il match in alcuni frangenti.

Nel primo tempo – ha aggiunto – siamo stati superiori creando molte occasioni, ma ci è mancato molte volte l’ultimo passaggio. Saremmo dovuti andare al riposo in vantaggio, poi nel secondo è arrivato il raddoppio della Reggiana. Questa volta non siamo riusciti a tirare dalla nostra parte gli episodi e resterà una partita che non dovevamo perdere”.

Il DG Poggi, intercettato dai microfoni de Il Corriere del Veneto, ha dichiarato: Siamo consapevoli di aver vissuto una giornata negativa, anche se non è tutto da buttare. Sicuramente avremmo potuto fare meglio, ma nel primo tempo la squadra mi è piaciuta, mentre nel secondo tempo non abbiamo reso secondo le nostre possibilità. Servirà rivedere qualcosa.

Problema Coronavirus? Le previsioni sono impossibili. Penso che si farà di tutto per andare avanti, ma purtroppo non si può escludere che la curva epidemiologica cresca ancora e assuma contorni drammatici ancor più di quanto lo siano già adesso”.

(Fonte Foto: Venezia FC)

Leggi anche:

Venezia Calcio, recuperati Mazzocchi e Molinaro: tampone negativo

Reggiana-Venezia 2-1: le dichiarazioni di Zanetti nel post partita

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.