Sentenza Picerno-Bitonto: l’esito dell’udienza di secondo grado

CASO PICERNO-BITONTO – È appena arrivata la sentenza della Corte Federale d’Appello del processo per illecito sportivo relativo al caso Picerno-Bitonto, gara di Serie D risalente al 5 maggio 2019. Alcuni giocatori della società pugliese sono accusati di essersi venduti la partita, decisiva ai fini della promozione in Lega Pro dei lucani, per una cifra vicina ai 25.000 euro.

La seduta in Corte d’Appello si è conclusa intorno alle ore 14.30 di oggi, dopo aver lasciato spazio alle difese dei due club e dei tesserati coinvolti, che hanno immediatamente presentato ricorso all’indomani della sentenza di primo grado.

Respinti i ricorsi di AZ Picerno e Bitonto Calcio, che retrocedono ufficialmente in Serie D. È ormai certa la riammissione del Foggia di Eziolino Capuano, mentre la seconda casella sarà colmata da un’altra ripescata, a seconda della graduatoria. Bisceglie in pole.

(In foto la sentenza della Corte Federale d’Appello)

Leggi anche:

Sorteggio Calendario Serie C 2020-21: slitta la data per via del caso Picerno-Bitonto

avatar
Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.