Sciopero in Lega Pro, Calcagno (AIC): “La Serie C non parte domenica 27 settembre”

LEGA PRO – È caos in Serie C. Nonostante le dichiarazioni rilasciate dal Presidente Francesco Ghirelli nelle ultime ore, l’Associazione Italiana Calciatori è pronta ad indire uno sciopero per far slittare la prima giornata del campionato di Lega Pro 2020-21.

A confermarlo il numero uno dell’AIC, Umberto Calcagno, che ha recentemente sostituito Damiano Tommasi: “Credo sia l’unica soluzione. Sembra quasi che in passato i presidenti siano stati costretti ad ingaggiare più di 22 calciatori. Chi non li vorrà non li prenderà lo stesso. Spero non si continui con il muro contro muro. La C non parte domenica, sperando di trovare un accordo per le prossime settimane”.

Sempre più a rischio, dunque, l’inizio del campionato di Serie C, previsto fra il 26 e il 28 settembre. Attesa in queste ore una nuova risposta di Ghirelli. Soltanto un nuovo accordo fra Lega Pro e AIC, entro la giornata di venerdì, potrebbe “salvare” il primo turno della stagione 2020-21.

Leggi anche:

Lega Pro, Ghirelli: “La Serie C non può farcela senza tifosi, appello al Governo”

avatar
Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e la Laurea Magistrale in Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, è anche speaker di Radio Punto Nuovo da agosto 2021.