Rieti-Reggina non disputata: il comunicato ufficiale della Lega Pro

Quest’oggi, allo “Stadio Manlio Scopigno-Centro d’Italia” di Rieti è stata scritta un’altra triste pagina di calcio. In occasione della 15a giornata della Serie C 2019-20, il Rieti avrebbe dovuto ospitare la capolista Reggina, dopo l’ultima tormentata settimana. Condizionale d’obbligo, mai come in questo caso, visto che la compagine laziale non è potuta scendere in campo.

Partita non disputata e vittoria per 0-3 a tavolino alla Reggina di Mimmo Toscano. Perché? Visto lo sciopero della prima squadra del Rieti, sarebbe dovuta scendere in campo la Berretti reatina, guidata proprio dal tecnico (della medesima Berretti) Pezzotti, sprovvisto però di patentino per allenare in Serie C.

RIETI-REGGINA NON DISPUTATA: IL COMUNICATO UFFICIALE DEL PRESIDENTE GHIRELLI (LEGA PRO)

“Le nuove regole funzionano, consentono di difenderci meglio e di evitare disastri. Chi non è in regola deve sapere che qualcuno, nel solco delle regole, ci metterà la faccia, studierà tutto e proseguirà a fare pulizia.

Quando abbiamo elaborato le nuove regole nessuno era così ingenuo da non mettere in preventivo che qualcuno tentasse di bypassarle, con il sorriso dei banditi abituati a far fallire le società che pensano, o meglio sperano, di poter rientrare. Abbiamo lavorato in questi giorni tutti insieme, Gabriele Gravina, Umberto Calcagno, Renzo Ulivieri, Marcello Nicchi con un unico obiettivo, rendere normale il calcio, impedire la gogna, educare i giovani. Un grande contributo è venuto da professionalità che ci hanno confortato.

Hanno perso i “furbastri”, chi nell’ombra (qualcuno c’è) spera di emergere, fregandosene del bene collettivo. Mi dispiace per i tifosi, lo so che soffrite, ma noi abbiamo l’obbligo di far pulizia. Oggi non è un bel giorno perché non si è giocato, ma oggi siamo più forti.

Come si può constatare con i fatti, in questi mesi non abbiamo scherzato. Stiano tutti tranquilli, non abbasseremo la guardia perché sappiamo che riformare non è semplice, ci vuole perseveranza e tempo. Vorrei auspicare che i banditi, i ricattatori, quelli che pensano solo al loro interesse “ particulare”, vengano ascoltati di meno”.

Leggi anche:

Rieti Calcio, dimissioni del direttore Pavarese: la lettera aperta

Coppa Italia Serie C: info e data ottavi di finale (2019-20)

avatar
Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.