Menichini cambia la Salernitana: il nuovo allenatore vara il 4-2-3-1

VERSO PESCARA-SALERNITANA – Una rivoluzione in pochi giorni, in poche ore. Ciò è quanto vorrebbe fare mister Leonardo Menichini, subentrato ad Angelo Gregucci sulla panchina della Salernitana. All’orizzonte l’ultima partita della regular season di Serie B, che vedrà i granata impegnati sul campo di un Pescara in piena zona playoff, ma non matematicamente qualificato agli spareggi promozione.

Tante incognite, poche certezze. Tra queste ultime, sembra esserci il modulo che utilizzerà il neo tecnico dei campani: un 4-2-3-1 dalle caratteristiche piuttosto offensive, figlio del pressing richiesto dal trainer originario di Ponsacco e del coraggio che dovranno necessariamente avere Djuric e compagni. Sarà proprio il centravanti ex Cesena, infatti, il punto di riferimento dello schieramento granata, con l’inedito trio Jallow-Andrè Anderson-Orlando alle sue spalle. A fare schermo davanti alla difesa saranno Di Tacchio e Odjer, chiamati a fare legna in mezzo al campo.

Novità anche in zona difensiva, con Migliorini che prenderà il posto dell’infortunato Schiavi e Gigliotti nettamente favorito sul giovane Mantovani. Casasola e Lopez sulle corsie esterne, rispettivamente a destra e a sinistra. Pressing alto, coraggio e attenzione ai particolari. Questa la ricetta di mister Menichini, che sta lavorando intensamente anche sulle palle inattive, nella speranza di non tralasciare nessun dettaglio.

Ecco la probabile formazione della Salernitana contro il Pescara:

Salernitana (4-2-3-1): Micai; Casasola, Migliorini, Gigliotti, Lopez; Di Tacchio, Odjer; Jallow, A. Anderson, Orlando; Djuric.

Salernitana, obiettivo salvezza. Via playout? Forse, ma a parlare sarà sempre e soltanto il campo.

Leggi anche:

Matteo Salvini: “Forza Avellino” e “Salernitana in Champions” (Video)

No comments yet! You be the first to comment.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!