Coronavirus: Son Heung Min in quarantena, ecco perché

CORONAVIRUS – Brutte notizie per il Tottenham di Josè Mourinho e, soprattutto per Son Heung Min, uno dei migliori giocatori dell’organico degli Spurs. Sonny, come amano definirlo i tifosi del club londinese, è stato costretto ad operarsi per la rottura del gomito destro riportata nella sfida con l’Aston Villa. L’intervento chirurgico, però, si è svolto in Corea del Sud (paese di origine del fantasista, ndr), dove il ragazzo si recò anche tre anni fa in seguito al medesimo infortunio.

Poche ore dopo la partenza di Son, il governo inglese ha emanato alcune misure di prevenzione, utili ad evitare la diffusione del Coronavirus all’interno del territorio britannico. Fra queste, è stato inserito anche un protocollo riguardante la disciplina dei viaggi A/R relativi alla Corea del Sud. Al suo ritorno, infatti, il calciatore del Tottenham sarà messo in quarantena e non potrà allenarsi, né vedere i propri compagni, per ben 14 giorni.

“In queste situazioni – ha dichiarato lo Special One è giusto che a prendere le misure adatte siano le autorità, il governo. E il club, ovviamente, si atterrà alle loro disposizione anche nel caso di Sonny. Io non sono nessuno per giudicare questa decisione”, ha precisato Mourinho.

Leggi anche:

Coronavirus: Andrea Sbraga del Novara e l’elogio a Mussolini su Instagram

Salone di Ginevra 2020 annullato causa Coronavirus

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, è anche speaker di Radio Punto Nuovo da agosto 2021.