Coronavirus, Cellino: “Pronto a perdere a tavolino se ci costringono a giocare”

Il Presidente del Brescia Massimo Cellino ha mandato messaggio alle altre società di Serie A e all’UEFA tramite le colonne della Gazzetta dello Sport.

“Se ci costringono a tornare in campo, sono disposto a non schierare la squadra e perdere tutte le partite a tavolino per rispetto dei cittadini di Brescia e dei loro cari che non ce l’hanno fatta.

La Serie A non può riprendere sia per il rispetto della salute sia per la salvezza del sistema calcio. La UEFA non può far slittare, sono arroganti e irresponsabili, pensano solo alle coppe e agli interessi economici.

Il campionato non può terminare oltre il 30 giugno, perché occorre chiudere i bilanci e i contratti dei calciatori. Se vuol fare qualcosa di utile, la UEFA ci mandi bombole d’ossigeno e respiratori, glie ne saremmo grati”.

(Fonte foto: Fantacalcio.it)

Leggi anche:

Svelato un retroscena, Pirlo fu vicino a vestire la maglia della Fiorentina: ecco quando

Come Arrigo Sacchi amo il calcio, e lo sport in generale, perché è la cosa più importante delle cose meno importanti, e come Maurizio Mosca cerco di spargere allegria tra la gente.