Bari-Ternana, Defendi: “Bei ricordi al San Nicola, ora infortunio superato”

A pochi giorni dal calcio d’inizio di Bari-Ternana, big match della 9a giornata della Serie C 2019-20 (Girone C), ha parlato in conferenza stampa il capitano delle Fere, Marino Defendi, ex di turno contro i Galletti. Di seguito le principali dichiarazioni rilasciate dal centrocampista rossoverde.

Bari-Ternana: le dichiarazioni di Marino Defendi in conferenza stampa

Bari-Ternana? Sono due squadre con una storia importante. Ognuno di noi – ha detto Defendi – si sarebbe aspettato una gara del genere in altra categoria. Comunque siamo qua a giocarci una partita che sarà importante per entrambi sotto ogni punto di vista.

Il mio infortunio? La gamba non mi dà più fastidio e domani dovrei svolgere gran parte del lavoro con il resto del gruppo.

La mia esperienza a Bari? Ho trascorso cinque anni indimenticabili, in un ambiente che mi ha dato tanto dal punto di vista umano e calcistico. Sarà la seconda volta, dopo che nella prima ho preso palo. Non dimentico, però, di essere il capitano della Ternana adesso, per cui farò e faremo di tutto per portare a casa il massimo risultato possibile. Esultanza? Non sono mai solito esultare troppo dopo ogni gol. Però dai, vediamo.

Ternana capolista in casa dei favoriti? Ci troviamo oggi a parti invertite rispetto a quanto successo nel recente passato. Le chiacchiere lasciano il tempo che trovano e dopo è il campo che deve parlare. Essere primi ci stimola ancor di più a far bene. Non sottovalutiamo nessuno – ha aggiunto – e rispettiamo tutti gli avversari, però conosciamo bene la nostra forza. La sconfitta con il Monopoli ci ha fatto capire il valore umano, oltre quello tecnico e tattico, della rosa. Non pensiamo sul lungo ma giochiamo tutte le partite da qui al termine come fossero delle finali.

Con chi mi trovo meglio nello spogliatoio? Per fortuna tutti. La sana competizione tra di noi è importante e stimolante soprattutto per il mister, che ogni settimana sa di poter contare su ogni giocatore in egual modo.

Rapporto con la tifoseria? Dal punto di vista dei giocatori avere uno stadio pieno che ti gasa per tutto l’arco dei novanta minuti non è poca cosa. A Bergamo durante i momenti difficili avevamo comunque lo stadio dalla nostra parte che ci spronava. Questo fa cambiare marcia alla squadra. Spero di vedere il prima possibile tutti gli abbonati sulle gradinate, perché vuol dire che i risultati non latitano”

Il mio recente rinnovo con le Fere? Sarò sincero. Devo ringraziare presidente, direttore sportivo e mister per avermi concesso la possibilità di rinnovare in un momento difficile per la squadra. Un segnale importante da parte della società che cercherò di ripagare nel migliore dei modi sul campo”.

(Foto: La Presse)

Leggi anche:

Risultati Serie C Girone C 8a Giornata: Classifica Aggiornata

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.