Il saluto di Simeone a Firenze e alla Fiorentina: “Sarò per sempre un tifoso Viola”

Simeone Saluta la Fiorentina – Giovanni Simeone ha voluto salutare Firenze e la Fiorentina con un post sul proprio profilo Instagram.

Il Saluto del Cholito a Firenze e alla Fiorentina

“Ciao Firenze.
È l’ora dei saluti. È l’ora dell’addio. Nel mio fare silenzioso, nel mio provare a non essere mai invasivo e mai di troppo, questa città l’ho sentita mia. L’ho apprezzata, visitata, scoperta e amata. A modo mio. E l’ho rispettata. Così come ho rispettato una maglia unica al mondo. Perché il ‘viola’ e la ‘viola’ segna la vita di tutti, ed ha segnato anche la mia di vita. Non ho ne rimorsi e ne rimpianti.
745 giorni, 5624 minuti, 22 gol dopo, svesto la ‘9’, e mi siedo idealmente in curva, perché da ora, e per sempre, sarò tifoso della Fiorentina. E lo sarò sempre a modo mio, in modo discreto ma intenso.
Siete e sarete per sempre una parte di me.
Grazie @acffiorentina Grazie Firenze.
A presto 🙏🏼💜
Gio Simeone”

View this post on Instagram

Ciao Firenze. È l’ora dei saluti. È l’ora dell’addio. Nel mio fare silenzioso, nel mio provare a non essere mai invasivo e mai di troppo, questa città l’ho sentita mia. L’ho apprezzata, visitata, scoperta e amata. A modo mio. E l’ho rispettata. Così come ho rispettato una maglia unica al mondo. Perché il ‘viola’ e la ‘viola’ segna la vita di tutti, ed ha segnato anche la mia di vita. Non ho ne rimorsi e ne rimpianti. 745 giorni, 5624 minuti, 22 gol dopo, svesto la ‘9’, e mi siedo idealmente in curva, perché da ora, e per sempre, sarò tifoso della Fiorentina. E lo sarò sempre a modo mio, in modo discreto ma intenso. Siete e sarete per sempre una parte di me. Grazie @acffiorentina Grazie Firenze. A presto 🙏🏼💜 Gio Simeone

A post shared by Gio Simeone (@simeonegiovanni) on

(Fonte foto: Unione Sarda)

Leggi anche: 

Caceres alla Fiorentina è Ufficiale: i dettagli

Convocati Italia per la doppia sfida contro Armenia e Finlandia

Come Arrigo Sacchi amo il calcio, e lo sport in generale, perché è la cosa più importante delle cose meno importanti, e come Maurizio Mosca cerco di spargere allegria tra la gente.