I giocatori che hanno giocato sia nella Roma che nella Lazio

Nel mondo del calcio capita sovente che giocatori ed allenatori passino da una squadra all’altra e si trovino a giocare anche gli stessi derby con maglie diverse. A questa regola non si sono sottratte neanche le due squadre della Capitale, che nelle loro lunga storia hanno visto, più volte, alternarsi tra le loro fila gli stessi giocatori che un tempo erano gli eroi delle diverse tifoserie. Tra i giocatori che hanno giocato nell’A.S. Roma e nella S.S. Lazio, ricordiamo alcuni che hanno segnato la storia dei due club.

Derby della Capitale: i giocatori che hanno giocato sia nella Roma che nella Lazio

Andiamo a ricapitolare insieme i calciatori che hanno vestito sia la maglia giallorossa sia la casacca biancoceleste, nel corso della loro carriera. A dividere i due club della Capitale ci sono 27 anni di storia, ma sono molti i calciatori che hanno scelto di fare esperienza su ambo le sponde del Tevere.

LUIGI ZIROLI

Autore della prima rete giallorossa nel massimo campionato (1927) e primo ex romanista ad indossare la maglia biancoceleste (1929).

ATTILIO FERRARIS

Primo capitano dell’AS Roma (1927), ha disputato 231 partite e realizzato 5 goal. Nel 1934, a causa di contrasti con la dirigenza, passò alla Lazio, per poi ritornare in giallorosso dopo solo due stagioni.

CARLO GALLI

Attaccante classe ’31, Galli approdò alla società giallorossa nella stagione 1951-52, l’unica che il club ha trascorso in Serie B, insieme all’allenatore Gipo Viani, che riuscì a far ritornare la squadra in serie A, conquistando il primo posto, con Galli capocannoniere della squadra. Nel 1963, dopo aver vestito le maglie di Milan, Udinese e Genoa, giunse alla Lazio, dove concluse nel 1966 la sua carriera.

ARNE SELMOSSON

Attaccante di origine svedese, iniziò la sua carriera in Italia nel 1955, con la Lazio, restandoci per tre stagioni. Nel 1958, a causa delle cattive condizioni economiche in cui versava la società, fu ceduto da quest’ultima all’AS Roma. È ricordato per essere il primo giocatore nella storia dei derby capitolini ad essere andato a segno in un derby con le due maglie.

FRANCO CORDOVA

Iniziò a giocare con la maglia della Roma nel 1967 e vi rimase per nove stagioni, con 265 presenze e 19 reti, diventandone il capitano dalla stagione 1975-76. Nel 1979, la società decise di cederlo al Verona, ma lui indispettito, rifiutò e passò alla Lazio, dove giocò per tre stagioni.

LIONELLO MANFREDONIA

Cresciuto nel vivaio della Lazio ha giocato in prima squadra dal 1975 al 1985. Coinvolto nello scandalo del calcio scommesse, successivamente passò prima alla Juventus, per poi essere trasferito alla Roma dove non fu ben visto da molti tifosi giallorossi.

ANGELO PERUZZI

Il suo esordio di portiere in serie A si ha nel 1987, a 17 anni, con la maglia della Roma, nella partita Milan-Roma, come sostituto del titolare Tancredi.

Dopo un anno di prestito al Verona, nella stagione 1990-91 diventa portiere titolare della Roma, ma dopo sole 3 partite fu squalificato per doping e squalificato per 12 mesi.

Dal 1991 al 1999 gioca con la Juventus, vincendo numerosi trofei: tra cui tre scudetti, una Super Coppa europea, una Coppa UEFA e una Champions League.

Nel 1999 viene venduto all’Inter e l’anno successivo passa alla Lazio, con la quale chiude la carriera nel 2007, dopo aver registrato 226 presenze e vinto una Supercoppa Italiana (2000) e una Coppa Italia (2003/04).

Convocato da Marcello Lippi ai Mondiali 2006, come vice di Gianluigi Buffon, vince la Coppa del Mondo.

LUIGI DI BIAGIO

Dopo aver giocato nelle giovanili della Lazio, esordisce in serie A nel 89, nell’incontro Juventus-Lazio (4-2). Nello stesso anno viene ceduto al Monza, dove rimane per 3 anni fra serie B e serie C1. Dal 1992 al 1995 torna a giocare in serie A con il Foggia, e successivamente va alla Roma dove resta per quattro stagioni, allenato da Bianchi, Mazzone e Zeman.

Dal 1999 al 2003 passa all’Inter dove, sotto la guida di Héctor Cùper, diventa uno dei giocatori fondamentali. Colleziona 163 presenze e 18 goal e nel suo ultimo anno raggiunge la semifinale di Champions League.

Nel 2003 passa al Brescia e poi all’Ascoli, dove concluderà la sua carriera da giocatore.

Con la maglia della Nazionale conta 31 presenze e 2 reti. Ha partecipato ai mondiali di Francia (1998), dove sbagliò il rigore decisivo contro la Francia nei quarti di finale; agli Europei (2000), e ai mondiali di Giappone e Corea del sud (2002).

Dal 2013 al 2019 è stato allenatore della Nazionale italiana Under 21, mentre il 10 febbraio 2020 è stato ingaggiato dalla Spal per sostituire mister Leonardo Semplici.

SINISA MIHAJLOVIC

Nel 1992 giunse alla Roma dopo aver vinto la Coppa dei Campioni con la Stella Rossa di Belgrado (1990/91).

Indossò la maglia giallorossa per due stagioni, sotto la guida di Vujadin Boskov, prima, e Carlo Mazzone, poi, disputando 54 partite e realizzando 7 goal.

Dal 1994 al 1998 giocò con la Sampdoria e nelle sei stagioni successive (1999-2004) divenne uno dei protagonisti della compagine laziale, avendo segnato il primo goal della storia biancoceleste in Champions League (1999). Con la maglia della Lazio ha vinto uno scudetto (2000), due Coppe Italia (2000 e 2004), due Supercoppa Italiane (1998 e 2000), una Supercoppa Europea (1999) e una Coppa delle Coppe (1999).

Dopo due anni nell’Inter (2004-2006), abbandonato il ruolo di giocatore, Mihajlovic, inizia la carriera di allenatore. Dapprima con l’Inter, con il ruolo di allenatore in seconda (2006-2008), per poi seguire come Tecnico di numerose squadre italiane e straniere Dal 2019 è l’allenatore del Bologna.

ALEKSANDAR KOLAROV

Nell’estate 2007 firma un contratto di quattro anni con la Lazio. Con la maglia biancoceleste vince nel 2009 prima la Coppa Italia in finale contro la Sampdoria e poi la Supercoppa italiana, in finale con l’Inter.

Nel 2010 passa al Manchester City, sotto la guida del allenatore italiano Roberto Mancini, e nel 2012 vince il campionato inglese.

Dal 2017, indossa i colori della Roma, team in cui esordisce alla prima di campionato in Atalanta-Roma realizzando la rete del definitivo 0-1.

L’1 settembre 2019, in occasione del derby contro la Lazio, Kolarov con un rigore segnato, diventa l’unico giocatore, nella storia dei due club che, vestendo entrambe le maglie, è andato a segno per più di una volta nel derby della capitale.

Attualmente fa parte della Nazionale serba, della quale è capitano e leader indiscusso.

 Biagio de Giovanni

Leggi anche:

Coronavirus, concludere la Serie A giocando tutte le partite a Roma?