Empoli-Venezia, Modolo: “Possiamo giocarcela contro chiunque”

A pochi giorni dal big match del “Castellani” tra Empoli e Venezia, il capitano degli arancioneroverdi Marco Modolo ha raccontato al canale ufficiale del club lagunare le sansazioni in vista della sfida di venerdì sera.

Queste le sue parole: “Quella di venerdì sera sarà una bella partita, nella quale si affrontano due squadre che giocano bene a calcio; anche se loro vengono da un periodo in cui hanno leggermente rallentato, continuano a credere nel lavoro che fanno e non sono primi in classifica per caso. Dovremo fare una grande partita sia sotto l’aspetto tecnico che sotto l’aspetto caratteriale perchè l’Empoli è una squadra che può colpire in qualsiasi momento. Noi all’andata probabilmente abbiamo fatto la partita perfetta, perchè abbiamo concesso pochissimo, risultando sempre ordinati in campo. Il loro reparto offensivo può contare su giocatori davvero importanti, quindi sarà davvero un bel test per noi; stiamo preparando la partita nel miglior modo possibile e sono fiducioso che si possa fare una grande gara. La partita vinta contro di loro al Penzo è quella che ci ha dato la consapevolezza di potercela giocare contro chiunque ed affronteremo la partita con la nostra filosofia di gioco e le nostre qualità, provando a fare un risultato importante.

Contro l’Entella siamo stati bravi a reagire senza andare in affanno, è stata l’ennesima dimostrazione di forza mentale di questa squadra ed abbiamo poi vinto meritatamente. Stiamo attraversando un periodo molto buono, però non dimentichiamoci che questa striscia positiva è iniziata dopo la partita con il Pordenone, match che avevamo affrontato dopo una serie di partite senza vittorie. In quel periodo siamo stati bravi a non abbatterci e a continuare a credere in noi stessi; come allora siamo stati bravi a risollevarci, ora dobbiamo essere altrettanto bravi a non cavalcare troppo l’onda dell’entusiasmo. Manca ancora più di un terzo di campionato quindi la strada è ancora molto lunga, ed il nostro compito è quello di continuare a preparare una partita per volta; questa è stata sempre la nostra forza e deve continuare ad esserlo. Anche nei momenti più difficili ero assolutamente convito che quella intrapresa era la strada giusta, perchè vedevo i miei compagni credere fermamente nel lavoro proposto dal mister. Questo è un gruppo che si è compattato ancora di più dopo gli infortuni di Vacca e Lezzerini, c’è una rosa molto lunga in cui tutti stanno facendo la loro parte. Uno come Svoboda meriterebbe di giocare di più e anche Cremonesi quando ha giocato aveva fatto molto bene; tutti torneranno utili prima o dopo“.

Fonte e foto: veneziafc.it

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.