Quali sono le squadre di calcio di Dublino

In un paese dove è il rugby a farla da padrone, trovare delle squadre di calcio professionistiche non è poi così facile. Eppure a Dublino, capitale della Repubblica d’Irlanda, esistono ben cinque squadre di calcio, alcune delle quali hanno aiutato a far crescere il movimento calcistico irlandese.

Quali sono le squadre di calcio di Dublino

Il campionato irlandese ha una particolare caratteristica, è diviso in due categorie principali: la Premier Division, la massima divisione, formata da 10 squadre e la First Division, costituita da 12 società. Il campionato, che per anni per ragioni di sponsor è stato chiamato Airtricity  League, ha inizio a febbraio e si conclude nel mese di ottobre. Delle cinque squadre della capitale Dublino, ben quattro sono in Premier Division mentre solo lo Shelbourne calca i campi semi-professionistici della First Division.

Partiamo proprio dallo Shelbourne Football Club, società fondata addirittura nel 1895 che è una delle squadre più storiche della storia del calcio gaelico. Nella sua bacheca può vantare 13 titoli nazionali, dietro solo allo Shamrock Rovers, altra squadra della capitale.

L’ultimo vinto nel 2006, ma proprio da quella stagione lo Shelbourne, a causa di problemi economici venne relegato in First Division. La stagione 2018-2019 appena iniziata è partita con il piede giusto. I biancorossi, che disputano le loro partite casalinghe nel Tolka Park di Dublino (capienza di circa 10000 posti), sono in testa alla classifica con 9 punti dopo 5 giornate. Un bottino importante per ambire al ritornare in Premier Division.

University College Dublin, meglio conosciuta come UCD è, tra quelle di cui vi parleremo, senz’altro la meno nota e la meno seguita. D’altronde è una squadra che è associata all’università di Dublino e che gioca in un campo da poco più di 3000 posti. Fondata a fine ottocento, si è iscritta per la prima volta alla League of Ireland nel 1979. Nel frattempo i giovani calciatori dell’UCD qualche risultato lo hanno raggiunto.

Hanno appena vinto la First Division per la terza volta e sono stati promossi in Premier Division. Gli uomini, o meglio ragazzi dato che l’età media della squadra è di 21,4 anni, guidati dal 42enne O’Neill hanno come primo obbiettivo quello di salvarsi e evitare una retrocessione che appare scontata a inizio stagione. Il tempo e i risultati ce lo diranno.

Tra le squadre di calcio di Dublino una menzione speciale merita il St Patrick’s Athletic F.C. The Saints, come vengono soprannominati in patria, è l’ultima squadra della capitale ad aver vinto il campionato (otto in tutto) prima del ciclo di vittorie aperto da Dundalk e Cork City. Il St Patrick’s è tra le formazioni più seguite d’Irlanda e non a caso il Richmond Park, situato nel sobborgo dublinese di Inchicore, registra quasi sempre il tutto esaurito. Particolare anche la storia in ambito europeo dei Pats.

Più di qualche volta, infatti, la squadra della capitale è riuscita a vincere alcuni turni preliminari di Europa League. Capitò nel 2008 quando la società irlandese eliminò a sorpresa l’Olimps Riga e l’Elfsborg prima di essere eliminati dai tedeschi dell’Herta Berlino. Successe la stessa cosa nel 2010: prima il Valletta FC e poi i russi del Krylya Sovetov furono eliminate dagli irlandesi, che si arresero soltanto ai rumeni della Steaua Bucarest.

Le squadre più importanti di Dublino e probabilmente di tutta Irlanda sono il Bohemian F.C. e lo Shamrock Rovers. Le due società danno vita alla rivalità più sentita del Paese, the oldest derby in the league. Quella tra The Gypsies e i The Hoops è una delle dicotomie più importanti della città di James Joyce, d’altronde sono due delle squadre più importanti e più titolate di tutto il Paese.

Il Bohemian vanta 11 titoli nazionali, è la seconda squadra più antica d’Irlanda ed è la società con maggiori presenze nei preliminari europei, in Champions e in Europa League. Dopo le vittorie del 2008 e del 2009 i Bohs hanno però incontrato non poche difficoltà nel tornare ai fasti di un tempo tant’è che per alcune stagioni i rossoneri hanno anche rischiato di retrocedere per la prima volta nella loro storia in First Division.

Dall’altra parte di Dublino, nel sobborgo di Ringsend, troviamo lo Shamrock Rovers. Il simbolo della squadra è proprio lo shamrock, ovvero il trifoglio verde tipico irlandese e sebbene i colori sociali della squadra sembrano rimandare a quelli del Celtic, in realtà sono stati ispirati da quelli del Belfast Celtic, un’altra squadra che donò ai Rovers un kit di maglie con questi colori nel lontano 1920. L’inizio di stagione dello Shamrock Rovers è stato entusiasmante e la possibilità che il titolo possa ritornare a Dublino sono alte. Parliamo, infatti, della squadra più titolata d’Irlanda e la prima squadra dell’Eire a partecipare alla fase a gironi di una competizione europea, l’Europa League nel 2011. L’anno prima, tra l’altro, i biancoverdi avevano avuto la possibiltà di incontrare la Juventus. Il risultato? Tre gol subiti, da Amauri e Del Piero, e zero gol fatti.

Leggi anche:

Scommesse: cosa significano i segni Goal, Over, Handicap