Cremonese-Venezia: la conferenza stampa di Dionisi pre partia (Serie B 2019-20)

Cremonese-Venezia – Mister Dionisi è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato in casa della Cremonese.

Il Comunicato del Venezia FC

“In questo periodo ci siamo ben allenati in previsione di una partita molto impegnativa come quella di domani, non vedevamo l’ora di ricominciare. Guardando la classifica potrebbe sembrare uno scontro diretto, ma non è così, perchè affronteremo una squadra forte e perchè manca ancora tutto il girone di ritorno. Dobbiamo affrontare ogni partita come se fosse la più importante, ma non come se fosse l’ultima; l’importante è rimanere sempre in partita e nel vivo del campionato. Domani dovremo essere bravi a restare compatti ed a sfruttare le situazioni che si presenteranno.”


LA SQUADRA

“Sono contento dei giocatori che sono arrivati. Molinaro potrà darci una mano sul campo sotto tutti i punti di vista, ha grandi qualità umane e tecniche, Monachello ha grandi motivazioni che saranno linfa per lui e per noi. A Cremona non ci saranno Marino, che è guarito ma ancora non è pronto per la partita, e Felicioli, che sta proseguendo nel lavoro di recupero; oltre a loro sarà assente Vacca, che confidiamo di riavere il prima possibile. Zuculini e Lollo sono invece recuperati.”

IL CAMPIONATO
“Il fatto di aver ottenuto qualcosina di meno rispetto a quanto avremmo meritato deve essere per noi una spinta, dobbiamo essere arrabbiati e pretendere di più da noi stessi. Non dobbiamo però guardarci indietro, dobbiamo solo guardare avanti sapendo che dovremo confermare e migliorare le prestazioni che abbiamo fatto. Da qui in avanti tante squadre giocheranno per l’episodio; noi cercheremo di sfruttarli sapendo però che non dovremo costruire la prestazione su di essi ma sul nostro modo di essere.”

Leggi anche: 

Molinaro al Venezia: “Ringrazio la società, qui per continuare il mio sogno”

Come Arrigo Sacchi amo il calcio, e lo sport in generale, perché è la cosa più importante delle cose meno importanti, e come Maurizio Mosca cerco di spargere allegria tra la gente.