Italia, Castrovilli in conferenza stampa: “Un sogno essere qui, voglio l’Europeo”

Prima convocazione in Nazionale maggiore per Gaetano Castrovilli, giovane centrocampista esploso quest’anno con la maglia della Fiorentina. La chiamata di Roberto Mancini è arrivata in occasione delle ultime due partite valevoli per le Qualificazioni ad Euro 2020, che vedranno l’Italia impegnata contro Bosnia-Erzegovina (venerdì) ed Armenia (lunedì).

Come spesso accade, i “neo convocati” sono stati protagonisti della prima conferenza stampa dal ritiro di Coverciano, dove la Nazionale sta preparando la prima delle due sfide ufficiali in calendario. Di seguito le dichiarazioni rilasciate da Gaetano Castrovilli dinanzi agli organi di stampa presenti.

È il sogno di ogni bambino essere qui, – ha detto la mezzala viola – non è un punto di arrivo ma da cui ripartire con grande entusiasmo, credendo nei miei mezzi. Qui c’è un gruppo fantastico. La canzone di benvenuto? È diventato un rito cantare davanti a tutti. Ti imbarazzi ma serve a integrarti.

Come ci sono arrivato? Bisogna lavorare, tirare dritto, non c’è un singolo episodio che ha fatto scattare la molla diciamo. Bisogna continuare a migliorarsi, non mi reputo ancora completo, ogni giorno devo fare qualcosa.

L’Europeo? Vorrei arrivarci, spero di mettere in difficoltà il mister grazie alle prestazioni con il mio club.

Antognoni? È una bellissima persona, io sono alla prima chiamata in Nazionale maggiore, lui ha fatto 70 presenze, 7 gol e un Mondiale, non poco insomma. In cosa sono migliorato? In zona gol, sto lavorando molto, ma c’è ancora margine.

Giovani in Italia? Bisogna dare fiducia, quando un giovane sbaglia una partita lo si massacra. Ora si stanno dando nuove opportunità, quindi hai più consapevolezza nei propri mezzi. La sconfitta di Cagliari è stata una brutta figura”.

Il gruppo della Nazionale? Un gruppo che ispira allegria e spensieratezza. Lo avete visto anche voi, giocano e si divertono”.

La mia passione per la danza? Mi piace tutt’oggi, cerco di trovare qualche gruppo quando c’è tempo libero. Oppure a casa, accendo video e apprendo dei passi”, ha concluso Castrovilli.

Leggi anche:

Convocati Italia per Bosnia e Armenia: le scelte di Mancini per Qualificazioni Euro 2020

avatar
Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.