Cassano condannato in Cassazione: dovrà versare 263 mila euro al fisco

Cassano perde la causa con il fisco – La Cassazione ha accolto il ricorso dall’Agenzie delle Entrate contro Antonio Cassano per fatti riguardanti ‘fringe benefit’ legati ai tempi in cui militava nella Roma.

La sentenza della Suprema Corte ha dato torto all’ex attaccante fra le altre di Parma e Real Madrid. L’erario dovrà recuperare una somma pari a 263 mila euro, definitivamente il via libera al pieno corso delle cartelle esattoriali.

(Fonte foto: ItalSportPress)

Leggi anche: 

Bepi Pillon torna su una panchina di Serie B: ecco dove allenaerà

Due squadre di Serie A interessate a Roberto De Zerbi per la prossima stagione

Come Arrigo Sacchi amo il calcio, e lo sport in generale, perché è la cosa più importante delle cose meno importanti, e come Maurizio Mosca cerco di spargere allegria tra la gente.