Consiglio Federale finito, il comunicato ufficiale della FIGC

Concluso l’attesissimo Consiglio Federale odierno. Il Presidente della FIGC, Gabriele Gravina, si è confrontato con i massimi esponenti delle Leghe nazionali e con i consiglieri presenti fisicamente e in conference call, tracciando la linea della Federazione e del mondo del calcio: i professionisti ripartiranno nel mese di giugno, nel rispetto del nuovo protocollo sanitario, i dilettanti invece si fermeranno.

IL COMUNICATO UFFICIALE DELLA FIGC

“La FIGC ha espresso la volontà di riavviare e completare le competizioni nazionali professionistiche fissando al 20 agosto la data ultima di chiusura delle competizioni di Serie A, B e C. Precedentemente al riavvio dell’attività agonistica sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni laddove, in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, le stesse dovessero essere nuovamente sospese, secondo i principi di seguito indicati: individuazione di un nuovo format (brevi fasi di playoff e playout al fine di individuare l’esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni; in caso di definitiva interruzione, definizione della classifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tengano conto della organizzazione in gironi e del diverso numero di gare disputate dai Club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni. Infine, per effetto di quanto deliberato, la stagione sportiva 2020/2021 avrà inizio il prossimo 1 settembre. Per quanto concerne, invece, l’attività dilettantistica, ivi compresa quella femminile fino alla Serie B, valutate le condizioni generali e l’eccezionale situazione determinatasi a causa dell’emergenza Covid-19, il Consiglio ha deliberato di interrompere definitivamente tutte le competizioni, rinviando ad altra delibera i provvedimenti sugli esiti delle stesse competizioni. Resta fissato al 30 giugno il termine per la conclusione dell’attuale stagione sportiva. Per quanto riguarda la Serie A femminile, è stato deciso di verificare nei prossimi giorni le condizioni di ripresa, in base all’applicabilità dei protocolli sanitari da parte dei Club e alla disponibilità di contributi da parte della FIGC.

Il Consiglio – si legge – ha aggiornato l’impianto delle licenze Nazionali per l’iscrizione ai campionati professionistici per la stagione 2020/21. Tra le modifiche, ai fini ammissivi le Società dovranno assolvere al pagamento degli emolumenti (netti) e degli altri compensi scaduti il 31 maggio 2020, intendendosi come tali quelli che, anche sulla scorta dei vari accordi modificativi e novativi eventualmente ratificati dalla Lega, sono effettivamente scaduti a detta data. Si terrà conto in ogni caso degli eventuali contenziosi che dovessero insorgere per il periodo di sospensione delle attività (marzo/aprile). Il termine perentorio per le iscrizioni verrà fissato nella seconda metà di agosto e comunque dopo la fine dei campionati. Per quanto riguarda l’impianto delle garanzie fideiussorie, per la Lega B è stato confermato l’importo di 800 mila euro e per la Serie C l’importo di 350 mila euro. Per i soli Club di Lega Pro, in alternativa o a integrazione, potrà essere prodotta una certificazione della Lega, approvata dall’Assemblea, di aver costituito una garanzia collettiva di efficacia equipollente alle garanzie singole, di pari importo, e nel rispetto degli stessi requisiti richiesti ai soggetti fideiussori.

Nelle more della definizione dei nuovi termini di tesseramento per la stagione sportiva 2020/2021, che saranno stabiliti prossimamente, ha deliberato i termini di deposito dei contratti preliminari: dal 1 giugno al 31 agosto“.

LE LINEE GUIDA PER GLI ALLENAMENTI DEGLI SPORT DI SQUADRA

16.10 – Cosimo Sibilia, Presidente della LND, ha confermato: “Hanno bloccato i dilettanti, i professionisti vanno avanti.”

16.00 – Stop a tutti i campionati di calcio dilettantistici. A, B e Lega Pro dovrebbero ripartire il 20 giugno e dovranno concludersi entro il prossimo 20 agosto. La Serie C riprenderà direttamente dai playoff.

15.30 – Ultim’ora da Roma: secondo quanto riportato da Sky Sport 24, il Consiglio Federale ha deciso che la stagione 2019/20 si concluderà entro e non oltre il 31 agosto. I campionati professionistici (A, B e Lega Pro), però, dovranno chiudersi entro il 20 agosto. Il mondo dei dilettanti, invece, si fermerà.

Intanto, come raccontato dalle telecamere di TMW, sono arrivati a Roma il Presidente della Lazio, Claudio Lotito, il numero uno della Lega Pro, Francesco Ghirelli, e il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilia.

L’ARRIVO DI CLAUDIO LOTITO (PRES. LAZIO)

Prima di entrare, Ghirelli ha rilasciato soltanto poche dichiarazioni, prima di divincolarsi dai giornalisti presenti: “Cosa mi aspetto? Di discutere tranquillamente. La Serie C riparte, sempre”, ha rivelato il Presidente della terza Lega italiana.

L’ARRIVO DI FRANCESCO GHIRELLI (LEGA PRO)

Il numero uno della LND, invece, ha ammesso che potrebbe non essere la giornata decisiva: “Aspettiamo quello che comunicherà il Presidente Gravina. Giornata decisiva? Credo interlocutoria”, ha dichiarato Sibilia.

L’ARRIVO DI COSIMO SIBILIA (LND)

Leggi anche:

Coronavirus, il Presidente Uefa Ceferin: “Presto tornerà il calcio con i tifosi”

Coronavirus, Malagò: “Tifo per la ripresa, ma il calcio va riformato”

avatar
Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.